Russel Westbrook

Russel Westbrook

Russel Westbrook

Oggi a Sneaker School 4 curiosità su Russel Westbrook e le sue Why Not.

1. Ogni colore ha un significato «Ogni colore ha un significato speciale per me. Con Why Not Zer0.2, volevo portare questo storytelling al livello successivo con un tag esposto che aiuta a illustrare il significato dei colori utilizzati».
Why Not Zer0.2 è chiamata Future History e a prima vista il design può sembrare casuale, ma ogni colore è inteso come riferimento a un’uniforme che ha contribuito a costruire la carriera di Westbrook.

2. Onora chi ti è vicino
«È diventata una tradizione per me onorare Khelcey scrivendo ‘KBIII’ sui miei scarponi da gioco. Voglio che le persone che indossano la mia scarpa capiscano che giocare con uno scopo più grande di te è importante».
L’unica cosa che Westbrook ama più del gioco è la sua famiglia, motivo per cui ha aggiunto il suo stemma di famiglia sulla lingua interiore. Ha anche usato un blocco nero sull’intersuola per onorare il defunto migliore amico, Khelcey Barrs III.

3. Più gioco più stile
Westbrook ha dichiarato di volere una scarpa creata appositamente per sfruttare il suo gioco piuttosto che seguire le attuali tendenze di stile.
«Fin dal primo incontro, la mia priorità numero uno era realizzare la migliore scarpa da basket per le prestazioni. La mentalità del Why Not? è tutto: fai a prescindere da ciò che la gente pensa e confidando in ciò che sei». 4. E’ anche per i bambini
«Essendo un padre, era importante avere la mia scarpa griffata disponibile per tutta la famiglia. Non succede spesso con le scarpe da performance, ma per me si tratta di ispirare la prossima generazione. Ciò significa anche rendere la scarpa accessibile a persone in tutto il mondo».
Da quando è entrato nel campionato, Westbrook si è impegnato molto con i giovani e il suo messaggio per loro è sempre stato: «Why Not Me?», perché non seguire i tuoi sogni?